Aggiornato da docenti e studenti - 2016 - Realizzazione: Brindisi & Italia News - www.brindisinews.com
Coordinamento comunicativo: Tonia Ianne, Raffaella Lanciano, Stefania Tomasi

Il giornale dell'istituto brindisino con sede a Brindisi e San Vito dei Normanni

Vestivamo alla marinara: il “Morvillo Falcone” presenta la sua collezione cruise per il “Team Sistiana”
Tableaux vivants dal sapore rétro si compongono sul lungomare di Brindisi

BRINDISI (iTALY) - Non è un dipinto di Jack Vettriano né del suo antesignano Edward Hopper, e non ci troviamo allo Yacht Club di Montecarlo a bordo del Tuiga, opera dello scozzese William Fife. Siamo invece sul lungomare di Brindisi, dove sono attraccate le imbarcazioni in attesa di salpare per la prestigiosa regata d’altura alla volta di Corfù.

A bordo della barca "Anywave" gestita dal Commodoro del Rotary International, Enzo Pirato - deliziosi tableaux vivants si compongono dinanzi agli sguardi degli astanti. I soggetti sono 13 studentesse dell’Istituto “Morvillo Falcone”, che indossano gli abiti legati al vintage “marino” d’epoca realizzati dalle docenti e dalle assistenti di laboratorio del settore Moda quale contributo dell’Istituto brindisino all’evento. Vestivamo alla Marinara, questo il titolo della collezione ideata dalla dirigente del "Morvillo Falcone", dott.ssa Rosanna Maci, in sinergia con il Rotary del capoluogo, coinvolto anche quest’anno nella partnership con il prestigioso Team Sistiana.

Il mare è la musa ispiratrice della collezione presentata in anteprima assoluta sul lungomare di Brindisi, La solidarietà è il nostro vento lo slogan della barca AnyWave sulla quale sventola assieme alla bandiera delle Nazioni Unite, di Intersos, del Rotary International e di altre organizzazioni umanitarie, anche quella del “Morvillo Falcone”. Uniti quindi e solidali per fare del mare un ponte e del vento un motore che smuova le coscienze di fronte ai problemi umanitari.

La splendida collezione che trae ispirazione dal mare è stata realizzata dal team del settore moda, le prof.sse Meleleo, Renna, Di Gioia, Ligorio, Ciurlia, Quarta, le assistenti di laboratorio, sig.re Tripodi e Simeone, che ha creato gli accessori, con la collaborazione della sig.ra Carofalo. I capi, alla cui realizzazione hanno partecipato attivamente gli allievi delle classi terze e quarte Moda, sono stati indossati da 13 alunne ed alunni delle classi 3ª A, 3ª B, 4ª A, 4ª B e 5ªA PTS, supportate dalle altre studentesse nel ruolo di hostess. Il team del settore moda, nell’ideazione della collezione Vestivamo alla marinara, ha inteso volgere lo sguardo all’abbigliamento mare tipico dei primi del ‘900 ricreando quel gusto rétro nella creazione di costumi al tempo stesso castigati e sbarazzini, ovviamente senza tralasciare e restando fedeli alle famose linee, tessuti e colori del tempo.

Ripercorrendo poi l’evoluzione dello stile “marino”, ha conferito alla collezione un tono di modernità, ideando delle mise fresche, semplici e pratiche con quel tocco di chic conforme alla tradizione dello stile “cruise”. Gonne corte e ampie, lunghe e morbide, pinocchietti e shorts, abbinati a canotte e gilet, realizzati con tessuti leggeri e freschi, a righe e a tinte unite, nei toni del blue navy, del rosso e del bianco arricchite da collane e cinture a tema realizzate a mano con la tecnica dei nodi, per un outfit perfetto da sfoggiare in barca, proprio in occasioni come questa della tradizionale competizione velica ospitata dalla nostra città. (Prof.ssa Antonia Alberta Ianne)



“MORVILLO FALCONE” di Brindisi, “TOSI” di Busto Arsizio “DON MILANI PERTINI” di Grottaglie:
UN GEMELLAGGIO VINCENTE IN ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

L’Istituto “MORVILLO FALCONE” di Brindisi, in perfetta sintonia con le indicazioni previste dalla Buona Scuola e in conformità con la legge 107/15 proposta dal MIUR, grazie all’intuizione didattica della Dirigente Scolastica Dott.ssa Rosanna Maci, sta realizzando in questi giorni un progetto di Alternanza Scuola Lavoro in Gemellaggio, su proposta della Prof.ssa Mariagrazia Siragusa e del prof. Claudio Bisanti. La Preside fin dall’inizio dell’anno scolastico, ha pensato di creare una connessione sinergica tra le classi terze e quarte del settore Moda del proprio Istituto e il Turistico di Busto Arsizio, co-progettando un’attività di Alternanza che, sta vedendo coinvolti i loro alunni in un’attività di stage altamente formativa, seguita dalla prof.ssa Siragusa, presso aziende turistiche del territorio brindisino come il Museo “Francesco Ribezzo”, l’Hotel Orientale e Hotel Executive Inn, l’Agenzia Viaggi Poseidone e Vallarino.

Sono in 17 gli studenti dell’ITE “E. TOSI” di Busto Arsizio che domenica 28 maggio sono giunti in tarda serata a Brindisi, di cui 9 ospitate dalle alunne della 3APTS e 4BPTS dell’IPSSS “MORVILLO FALCONE”, 8 dall’IIS “DON MILANI PERTINI” di Grottaglie. Le nostre studentesse, accompagnate dal Prof. Claudio Bisanti e dalla prof.ssa Stefania Tomasi, sono state in Alternanza Scuola Lavoro in scambio dal 26 marzo al 9 aprile scorso, presso alcune realtà del settore tessile e moda di rilievo internazionale, come Parah, Yamamay, Bip Bip, Mario Cucchetti, Erica Industria Tessile.

Il progetto oltre ad essere un momento di formazione di Alternanza Scuola Lavoro, favorisce uno scambio di tradizioni, momenti di vita familiare e scolastica che conferiscono un valore aggiunto all’esperienza. Inoltre prevede, in pausa aziendale, un percorso didattico per la conoscenza e valorizzazione del territorio del Salento insieme con la scuola partner di Grottaglie, venerdì 2 giugno una visita del centro storico di Taranto, mentre il 4 giugno una visita del centro storico di Lecce e Otranto.




Il "Morvillo Falcone" celebra il quinto anniversario della triste scomparsa di Melissa Bassi
Alla sentita cerimonia hanno partecipato numerose personalità istituzionali, giornalisti e studenti




Approda a Brindisi il progetto della Polizia Postale e delle comunicazioni "Una Vita da Social",
con protagonisti gli studenti del Team mediatico del "Morvillo Falcone News"

BRINDISI (Italy) - In una bellissima giornata primaverile, il truck della Polizia Postale è arrivato sul porto di Brindisi. Ad accoglierlo, il Questore Maurizio Masciopinto e molti ragazzi, per affrontare insieme temi di grande interesse, come il cyberbullismo, la pedopornografia online, la privacy e l’adescamento in rete. Hanno partecipato anche la dott.ssa Floriana Gesmundo, Vice Questore aggiunto del Compartimento di Bari, e il Dott. Andrea Carmineo, affiancati da Eugenio Cantanna e Walter Lombardi, Ispettori dell'ufficio di Brindisi. Nel mese di febbraio è ripartita da Montecitorio, la campagna educativa “Una vita da social”, realizzata dalla Polizia di Stato e dal Ministero dell’Istruzione, sui pericoli della Rete e sull’uso sbagliato che si fa oggi dei social e della rete che resta sempre in agguato.

Gli operatori della Polizia Postale, con un truck di 18 metri, erano oggi presenti sul lungomare Regina Margherita di Brindisi per l’incontro con studenti, genitori e insegnanti, sull’utilizzo sicuro e responsabile dei social e di Internet. “Noi utilizziamo questo canale anche per acquisire delle informazioni. Diamo ai ragazzi delle notizie e altrettante notizie ci vengono fornite. Queste ci permettono di arricchire il nostro bagaglio di conoscenza del mondo dei ragazzi e di come loro affrontano questa realtà” afferma nella nostra intervista l’Ispettore Eugenio Cantanna.

E’ proprio ai giovani e agli adolescenti brindisini che sono stati rivolti gli avvertimenti dell’ispettore Cantanna, responsabile dell'ufficio di Brindisi, accompagnati da immagini e video realizzati dal collega Walter Lombardi che insieme organizzano e partecipano agli incontri con gli studenti di tutte le scuole dell’intero territorio. L’ultimo, svolto proprio nell’istituto “Morvillo Falcone”, su richiesta dalla dirigente Rosanna Maci. Un tema sul quale non basterebbero fiumi di parole, filmati ed esempi per far comprendere a giovani, adolescenti e giovanissimi la gravità del fenomeno che oramai non ha confini. Resta, dunque, alle famiglie e alle scuole l'impresa di educare ad una maggiore attenzione proprio per non cadere facilmente nei tranelli dei Social e della rete che, come ribadisce il Dott. Andrea Carmineo, " ... la rete non dimentica mai!"

“Diamo molti spunti di riflessione ai ragazzi, sperando che servano per evitare degli errori che stanno accadendo troppo spesso” dichiara poi la dottoressa Floriana Gesmundo, Vice Questore del Compartimento di Bari. Una giornata di grande valenza educativa per i tanti ragazzi presenti, che si è conclusa con l’inaspettata e piacevole visita della tennista brindisina Flavia Pennetta e del Questore di Brindisi Maurizio Masciopinto. (Daniela Acquaviva, Martina Greco)



Premio Palmina Martinelli, per non dimenticare femminicidi e discriminazioni
L'istituto "Morvillo Falcone" di Brindisi partecipa con il cortometraggio "Mai più"

BRINDISI (Italy) - Oggi, al Teatro Verdi di Brindisi, si è svolta la cerimonia di premiazione del concorso dedicato a Palmina Martinelli, istituito dalla Questura di Brindisi in omaggio alle donne vittime di violenza e discriminazioni. L’evento, condotto dalla showgirl Rossella Brescia e dal giornalista RAI Attilio Romita, è stato aperto dall’esibizione dell’orchestra del Liceo Musicale “Durano” di Brindisi che – a sorpresa - è stata omaggiata dal Maestro Beppe Vessicchio attraverso un significativo e augurale video-messaggio.
Degno di nota, la partecipazione alla manifestazione dell’istituto “Morvillo Falcone” che ha presentato un cortometraggio intitolato “Mai più” realizzato da docenti e studenti delle classi 5A ottico e 5B socio sanitari.

Un teatro che per l'occasione era totalmente inondato di giovani studenti degli istituti medi-superiori del territorio aderenti all'iniziativa della Polizia di Stato. Alla mattinata dedicata all’adolescente di Fasano, sono anche intervenuti tutti i testimonial della triste vicenda e quanti hanno vissuto in prima persona le sofferenze di Palmina, come il dottore Fiore del policlinico di Bari che, pubblicamente ha dichiarato: “con il passare degli anni il dolore non si smaltisce”. Presente anche la sorella di Palmina, Giacomina Martinelli, la quale ha ribadito che con il trascorrere del tempo il dolore è sempre lo stesso e ha ringraziato la Questura di Brindisi per aver organizzato quest’evento che apre le porte alla speranza e alla giustizia.

Degno di nota, la partecipazione alla manifestazione dell’istituto “Morvillo Falcone” che ha presentato un cortometraggio intitolato “Mai più” realizzato da docenti e studenti delle classi 5A ottico, 5A e 5B moda. La Preside Rosanna Maci si è detta: “entusiasta di quest’iniziativa che, così come oramai capita spesso attraverso altri progetti sposati dall’istituto, prevede il coinvolgimento dei giovani.” La Dirigente scolastica, infatti, ha sempre posto l’interesse degli studenti al vertice della piramide didattica del “Morvillo Falcone” ottenendo risultati sempre lusinghieri. (Martina Greco)



L'otto marzo per celebrare l'universo femminile contro femminicidi e discriminazioni
Lunedì, al Teatro Verdi di Brindisi parte il concorso intitolato a Palmima Martinelli
L'istituto "Morvillo Falcone" sarà presente con un cortometraggio ed un ricco team di studenti e docenti

BRINDISI (Italy) - Lunedì 13 marzo presso il Teatro Verdi di Brindisi, si terrà un concorso dedicato a Palmina Martinelli, la giovane morta bruciata viva 36 anni fa per essersi ribellata a chi voleva farla prostituire. Sarà questo l’omaggio alle Donne in occasione della giornata dell’8 marzo. Si è pensato di coinvolgere i giovani stimolando la loro sensibilità e fantasia con questo concorso. E’ stato un successo, sono arrivati più di 50 cortometraggi. Un concorso ideato per la Giornata Internazionale della Donna che si celebra l'otto marzo in tutto il mondo.

La storia della Giornata Internazionale della Donna ha origine intorno all’inizio del Ventesimo secolo. Negli Stati Uniti il primo National Women Day risale al 28 febbraio 1909, realizzato dalle attiviste del Partito Socialista Americano che chiedevano maggiori tutele per le donne sul posto di lavoro e il diritto di voto. Nel 1910, in occasione della Conferenza di Copenhagen, la politica tedesca Clara Zetkin propose l’istituzione di una giornata internazionale dedicata alla donna da celebrarsi in diverse parti del mondo. Così nel 1913 fu stabilito che la Giornata si sarebbe tenuta l’8 marzo. Non fu quindi il drammatico incendio alla fabbrica Cotton il motivo dell’istituzione dell'evento.

In Italia ci sono molte associazioni per la difesa delle donne, tra cui l’Associazione italiana donne per lo sviluppo (AIDOS), nata a Roma nel 1981, che si prefigge lo scopo di diffondere e promuovere i diritti umani delle donne, la loro libertà e dignità nei paesi in via di sviluppo. L’8 marzo si vogliono ricordare tutte quelle donne che hanno contribuito allo sviluppo nel campo della medicina, della scienza, della moda, dell’arte … Alcune di esse hanno già superato l’ossessione per i giudizi degli altri ed hanno avuto il coraggio di essere loro stesse, lasciando anche un’impronta nella storia del nostro mondo. Tra queste donne ricordiamo Simone de Beauvoir, filosofa dalle incredibili capacità intellettive, contribuì alla spinta alla concessione dei diritti sociali e femminili alle donne; Frida Kahlo, pittrice mondiale famosa per i suoi strazianti dipinti autobiografici, cominciò molto presto a vestirsi da maschio e con abiti molto ampi; Oprah Winfrey, vittima di vari abusi e di violenza mostruosa, questa donna è l’esempio perfetto che ogni essere umano può costruire la storia che desidera per sé; Bette Davis, lottò in maniera trasparente per lavorare nel mondo del cinema fino alla fine dei suoi giorni senza mai abbassarsi a mostrare capacità fasulle in pubblico; Marie Curie, non solo realizzò il destino che le era già stato assegnato, ma, in più, vinse due premi Nobel per la Fisica e per la Chimica, oltre ad essere la prima professoressa dell’Università di Parigi; Coco Chanel, celebre stilista francese, capace con la sua opera di rivoluzionare il concetto di femminilità e di imporsi come figura fondamentale del fashion design e della cultura popolare del XX secolo.

Siamo circondati da donne coraggiose come queste; forse non tutte riusciranno ad avere un nome famoso nella storia, ma contribuiranno a costruirla grazie alla scelta di mettere il loro carattere, le loro passioni e le loro ambizioni al di sopra di quello che la gente si aspetta da loro: essere delle “donne perfette”. (Martina Greco)



I pericoli della rete, la Polizia Postale e delle Comunicazioni di Brindisi incontra gli studenti
La campagna informativa ha portato gli esperti all'istituto "Morvillo Falcone" del capoluogo

BRINDISI (Italy) - Oggi, i saggi consigli dell'Ispettore Cantanna e del collega Lombardi, della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Brindisi, sono stati ospiti dell'istituto diretto dalla preside Rosanna Maci. Un colloquio amichevole e professionale che potremmo riassumere in: "ragazzi, occhio a quello che la rete vi propone e ai suggerimenti dell'amico scapestrato. Oggi il web non perdona ...

Una mattinata che studenti e docenti dell'istituto "Morvillo Falcone" di Brindisi, hanno voluto dedicare ad una delle tematiche più serie che oggi vivono gli adolescenti: "i pericoli della rete e dei moderni mezzi di comunicazione". Un pericolo ben definito dalle tuonanti affermazioni dei dati statistici: "Sei ragazzi italiani su 10 ammettono di aver scambiato foto hot sul Web". Lo dice il progetto "Per un web sicuro", gestito dal Moige (Movimento italiano genitori) che si è avvalso della collaborazione di Google Italia, Cisco, TrendMicro e della Polizia Postale e delle Comunicazioni.

E proprio per "allertare i giovani studenti" sulle gravi problematiche cui si va incontro, da tempo la Polizia Postale e delle Comunicazioni ha intrapreso delle iniziative coinvolgendo famiglie, docenti e studenti. Tra questi, il plauso è da rivolgere all'ufficio di Brindisi che, attraverso la straordinaria comunicabilità dei responsabili Eugenio Cantanna e Walter Lombardi, già da alcuni anni organizza con successo delle giornate d'incontro nelle scuole del territorio.

Chiacchierate, durante le quali i poliziotti cercano di chiarire ai ragazzi i pericoli che si possono incontrare in Rete, nei social network, nei programmi di chat. Proprio per questo, forniscono loro consigli utili per sfruttare le potenzialità di Internet senza correre troppi rischi connessi spesso alla violazione della privacy, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all'adozione di comportamenti scorretti e pericolosi per sé e per gli altri.

E senza tralasciare nulla, gli esperti Cantanna e Lombardi parlano anche del bullismo online che oramai è un dato di fatto sempre più preoccupante. Secondo i dati della Polizia Postale, infatti, oggi 2 ragazzi su 3 dichiarano di aver avuto esperienza diretta o indiretta di fenomeni di questo tipo. Una sorta di silenzio assenso che spesso spinge chi subisce a non denunciare i fatti alle autorità preposte. Atteggiamenti che spesso trovano anche la complicità di amici più propensi a divulgare gli atti criminosi sul web e sulle chat, senza immaginare in quali responsabilità possano sfociare queste divulgazioni.


La ricetta del “perdono” per essere felici, i dialoghi con gli studenti del "Morvillo Falcone"

Sabato 11 febbraio 2017, la Dirigente Scolastica, Dott.ssa Rosanna Maci, ha ospitato presso il proprio Istituto “Morvillo Falcone” di Brindisi ilconvegno “Dialoghi sul Perdono” nell’ambito di un progetto promosso dalla My Life Design Foundation e dalla International School Forgiveness. La Presideha accolto con entusiasmo l’iniziativa,in quanto promotrice di valori fondamentali, ai quali ogni Istituzione scolastica dovrebbe tendere nella propria azione di educazione alla consapevolezza, alla salute, alla qualità della vita e alla diffusione di una cultura volta alla pace mediante il valore del “Perdono”.

I ragazzi del secondo biennio hanno dialogato in maniera costruttiva con Fabrizia Dragone, direttrice della International School Forgiveness, che li ha sollecitati a riflettere sul senso del perdono, come scienza della felicità. Persino studi scientifici hanno dimostrato come il perdono influisca positivamente sul sistema circolatorio, immunitario e sul quello nervoso. I “Dialoghi” hanno fornito lo spunto su cui i ragazzi saranno guidati a riflettere e ad esprimere creativamente il proprio sentire e le eventuali nuove consapevolezze sul tema del perdono, partecipando al concorso indetto dalla fondazione. I vincitori delle diverse sezioni: Letteratura, Audio, Video e Arti creative saranno insigniti del titolo di “Ambasciatore del Perdono” dalla My Life Design Foundation durante la Giornata Internazionale del perdono che si terrà a Roma il 10/3/2017. Sono in palio, inoltre, tre borse di studio per il seminario Freedom Technology che si terrà a Milano il 13-14 maggio, erogate dalla School of Dreamers. Splendida iniziativa, dunque, per diffondere i semi di una nuova società fondata sulla pace, sulla consapevolezza e sulla cooperazione tra individui veramente felici, in grado di vivere e prosperare in una società evoluta. Iniziativa che la Dott.ssa Maci ha saputo cogliere e proporre ai propri studenti. (Tomasi Stefania e Mauro Tiziana)

Sabato 26 novembre 2016, la dr.ssa Rosanna Maci, dirigente scolastica del I.P.S.S.S. “Morvillo Falcone” di Brindisi, accompagnerà le Classi 5 CSSS, 5 BSSS, 4 BSSS alla 21^ Edizione “Città del Libro – rassegna Internazionale degli Autori e degli Editori”, che si terrà a Campi Salentina (LE). Gli studenti incontreranno la scrittrice salentina Annalisa Bari, per un approfondimento, e seguente dibattito, dell’opera “Solo Allora cadranno le stelle”,un appassionante romanzo storico ricco di un fitto intreccio di microstorie, inserite nel quadro del tragico bombardamento dell’Abbazia di Montecassino del 15 febbraio del 1944. La scrittrice ha ripreso il titolo dall’Apocalisse di San Giovanni: le stelle che cadono, indicano le bombe sganciate dagli aerei che sembrano incendiarsi, nel raggiungere il suolo. Il libro è scandito in nove capitoli e Montecassino costituisce lo snodo di tutta la narrazione. Di fatto, l’Abbazia è la vera protagonista del romanzo, il fulcro della narrazione, vittima dell’irragionevole violenza dell’uomo. La dr.ssa Maci ha sottolineato l’importanza e la necessità di inserire i giovani in contesti culturali anche extra-scolastici e, difatti, il tema conduttore della 21^ Città del Libro è “Mediterraneo, l’audacia dell’incontro”. Si tratterà, nel corso della manifestazione, dell’importanza e della centralità dell’incontro e non dello scontro, della comunicazione e dello scambio, contro la chiusura e l’isolamento.




Al Gran Shopping Mongolfiera di Molfetta grandi consensi per Istituto “MORVILLO FALCONE” di Brindisi nell'ambito di un'iniziativa dedicata alla moda, alla creatività e allo spettacolo. (Continua...)



L’IPSSS “F.L. Morvillo Falcone” di Brindisi celebra con un Convegno la Giornata Mondiale dell’Alimentazione.

BRINDISI (Italy) - Il 14 ottobre, in occasione della Celebrazione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2016, presso l’Auditorium del IPSSS “Francesca Laura MORVILLO FALCONE” sede di Brindisi, si terrà un convegno sull’argomento “Il clima sta cambiando. Il cibo e l’agricoltura anche”. (Continua...)



I successi didattici dell'Istituto "Morvillo Falcone" di Brindisi. Una scuola all'avanguardia nei settori di competenza, intervista alla dirigente Rosanna Maci.

Crescita, ulteriore ampliamento dell’offerta formativa e alternanza scuola-lavoro: si può riassumere così l’impegno dell’istituto professionale di Stato per i servizi sociali “Morvillo Falcone” di Brindisi che proprio in questi giorni ospita gli esami di abilitazione alla professione di ottico sia per i neo diplomati sia per gli studenti universitari. (Continua...)


Archivio servizi anni precedenti dell'Istituto "Morvillo Falcone"

In queste pagine, si è fatta naturalmente molta attenzione alla protezione dei minori, di nessun alunno, infatti, la pubblicazione di nome e foto è fine a sé stessa ma serve ad illustrare le attività didattiche, momenti ed esperienze particolari (conferenze, attività sportive etc.). Le foto di minori sono sottoposte a discipline specifiche di tutela e per questo motivo non possono in nessun caso essere riprodotte in altri spazi. Per rispondere alle nuove normative sulla privacy e sulla tutela dei minori, in casi particolari sarà richiesta una liberatoria. Ciò nonostante, chiunque può richiedere l'eliminazione di contenuti che lo riguardano inviando una mail a: redazione@brindisinews.com oppure telefonando al 334-6058875.