Scuola media Caduti di Marzabotto-Giulio Cesare - Brindisi


Per collaborazioni con la redazione inviare una mail a: redazione@brindisinews.com


 

A Brindisi, l'atletica leggera giovanile è targata Davide Minelli

Nuovo record italiano del lancio del peso per il giovane brindisino

 

Tempo addietro, scrivevamo di questo esempio per tutti i nostri giovani e dedicavamo alle sue imprese lo spazio necessario per esaltarne le doti in campo atletico. Ora, ci giunge la notizia che ha addirittura battuto il record nazionale per la sua classe di nascita. Infatti, nelle gare giovanili previste per studenti di scuole medie, il suo lancio del peso (di kg. 4) ha raggiunto la misura di mt. 14,21; una misura che resta la terza a livello nazionale considerando le classi 1996-1997 ma che, rappresenta la prima in assoluto considerando la sola classe 1997 (suo anno di nascita). Questo significa che il giovane Davide Minelli, di anni 13, non ha eguali in tutta Italia nel lancio del peso.

Naturalmente, la misura e le opportune verifiche hanno fatto gioire i suoi tanti fans, gli amici e la sua famiglia senza tener conto della gioia indescrivibile dell'allenatore Bruno Stasi e del diretto interessato.

Ci piace rammentare che lo straordinario risultato è stato conseguito nella gara dei campionati provinciali studenteschi rappresentando la scuola media Giulio Cesare-Marzabotto e, con grande orgoglio, la ASD di atletica leggera Folgore Brindisi a cui Davide è legato da un fortissimo senso affettivo.

A margine, segnaliamo anche il primo posto conseguito dalla rappresentativa scolastica maschile, con ultima frazione effettuata da Davide, per la staffetta 4x100, con l'ottimo tempo di 51 secondi e 70 centesimi.

Ora per l'atleta Minelli, si prospetta un futuro di impegni di notevole livello che la sua futura scuola, "l'ITIS Giorgi" di Brindisi, saprà di sicuro apprezzare e stimolare attraverso le tantissime iniziative, anche sportive, che la dirigente Maria Luisa Sardelli e il suo straordinario team collaborativo, ha proposto e riproporrà anche nel prossimo anno scolastico.

In bocca al lupo Davide dalla redazione di Brindisi & Italia News. (Giorgio Esposito - Brindisi 1 aprile 2011 - ore 14.00)

 

© Riproduzione non consentita




 

Giochi sportivi studenteschi 2011

Nuoto - categoria allievi e juniores

 

Il 10 febbraio si sono svolte le fasi provinciali di nuoto, categoria allievi e juniores, dei giochi sportivi studenteschi presso la piscina della M.M. “Parodo” di Brindisi, coordinati dal Dr. Massimo Monticelli e curati dal team tecnico di docenti di Educazione Fisica del Provveditorato agli Studi di Brindisi e dalla Delegazione Provinciale FIN. I Giochi Sportivi Studenteschi sono un’importante occasione di crescita civile e sociale dei giovani, promuovono la cultura alla legalità attraverso l’acquisizione delle regole, il rispetto del fair-play su cui si fonda la convivenza del sistema sociale.
Alle gare provinciali di nuoto hanno partecipato il Liceo Scientifico “Ribezzo” di Francavilla F., I.T. Industriale “Majorana”, I.T. Industriale “G. Giorgi”, Liceo Scientifico “E. Fermi”, Liceo “B.Marzolla-L.Leo”, Liceo Scientifico “T. Monticelli-Simone”, I.T. Nautico “Carnaro” di Brindisi e l’I.T. Comm.le “Valzani” di San Pietro V.co. 81 alunni corretti, determinati, preparati, hanno dato vita a questo importante incontro sportivo.


Nella seconda giornata, dedicata alle scuole secondarie di I° grado hanno partecipato la S.Media” J.F.Kennedy”, la S. Media.”M.Pacuvio-Don Bosco”, la S.M.”C.Marzabotto-G.Cesare”, la S.M.”G.Salvemini-Virgilio”, di Brindisi, la S.M. “Buonsanto –Meo” di SanVito dei Normanni, la S.M.”G.Bianco” di Fasano, la S.M.”G.Pascoli” di Ceglie Messapica. Si sono aggiudicati entrambi i titoli provinciali, maschile e femminile, gli atleti della S.Media “Marzabotto-G.Cesare” di Brindisi.


© Riproduzione non consentita




 

Giochi Sportivi Studenteschi - Le Provinciali di Corsa Campestre


Buona affermazione della "Marzabotto-Giulio Cesare"
terza classificata nella categoria "Cadette a Squadra"

 

Si sono svolte a Carovigno Giovedì 18 e Venerdì 19 Novembre le gare provinciali di Corsa Campestre con la collaborazione degli studenti dell’Istituto Alberghiero “Sandro Pertini” sez. di Carovigno. Gara imperniata sulle caratteristiche difficoltà di percorso, con terreno bagnato e irregolare, buche mimetizzate dal naturale e umido mantello erboso, snodata tra ampi spazi e strettoie che si incanalavano in “imbuti” stretti e insidiosi, dribblando tra alberi e foglie secche del maestoso e verde parco dei Principi “Dentice di Frasso”.
Hanno partecipato 70 alunne della categoria allieve, 28 categoria juniores, 95 categoria allievi e 51 categoria juniores maschili, 88 alunni della categoria Cadetti ed 88 della categoria Cadette, per un totale di 420 studenti provenienti da tutte le scuole Medie e Superiori della provincia di Brindisi.


Una sana competizione articolata su un percorso rigoroso: pieno rispetto di quel codice d’onore mutuato dal calcio, che non è solo rispetto delle regole, ma stile di vita, di pensiero, basato su concetti di amicizia, di lealtà in campo e nella vita quotidiana, il fair play. Stile di comportamento cittadino che contiene “in nuce” della cultura della legalità e le premesse per le nuove educazioni trasversali ( Decr. Gelmini).

Eventi sportivi come questi vengono vissuti come pezzi di storia individuale, come momenti di affermazione di un’identità capace di interagire, di cooperare per quel senso di appartenenza alla propria Scuola. In questa ottica la diffusione di una cultura sportiva va sostenuta, perorata, incrementata operativamente, e non demagogicamente, dalle istituzioni scolastiche.

Il dr. Massimo Monticelli, Coordinatore dell’Ambito territoriale della provincia di Brindisi e il presidente del C.O.N.I. Nicola Cainazzo, nell’elogiare l’impegno degli studenti dell’Istituto Alberghiero di Carovigno per l’impegno organizzativo al fianco della Federazione di Atletica Leggera con il Presidente Carmelo Labrini, ribadiscono che questi momenti formativi divengono occasioni per importanti campagne sociali.

Gli assessori Angela Semeraro (Pubblica Istruzione Carovigno) e Carmine Brandi (Sport di Carovigno) condividono all’unisono e sostengono che la scuola, come centro di formazione, deve investire il giovane in tutte le varie dimensioni ed espressioni, rafforzando il concetto di lealtà, cooperazione e spirito di collaborazione per un sano stile di vita.

L’organizzazione è stata curata e coordinata dall’equipe tecnica di docenti di educazione fisica e dagli Enti facenti parte della Commissione Organizzatrice Regionale. L’amministrazione Provinciale, con l’Assessore Baldassarre, è stata presente assegnando le Coppe per le squadre vincitrici e supportando le varie fasi della organizzazione.

Il plauso è rivolto ai giovani protagonisti della Corsa Campestre 2010 animata da un forte spirito di collaborazione.
(Redazione Brindisi News)

© Riproduzione non consentita




 

Atletica leggera a Brindisi: Davide Minelli

I migliori esempi per tutti i nostri ragazzi

 

Difficilmente, in questi periodi di grandi incertezze educative e didattiche, si ha la possibilità d’incontrare un giovane che si possa citare quale esempio per i coetani. L’opportunità ci è stata concessa dal rappresentante del Ministero degli Affari Esteri presso la Base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (UNHRD) Mr. Giampiero Criscuolo che lodava le significative prestazioni di un adolescente in una disciplina sportiva quale l’atletica leggera di Brindisi.

Non scettici, ma perplessi da tanta veemenza, “Brindisi News” si accerta sui dati e verifica che, difatti, il giovanissimo Davide Minelli, under 13 e studente presso la Scuola Media Marzabotto-Giulio Cesare di Brindisi, ha in brevissimo sbaragliato alcuni record nella sue specializzazioni, quali: il peso (di kg. 2) lanciato a 15,70 metri stabilendo il nuovo record regionale della categoria nonché, terza misura assoluta a livello nazionale (la seconda rimane ad un soffio a 16,23 metri).

Inoltre, lo scorso 2 ottobre 2010, nel lancio del “vortex”, attrezzo in gomma dal peso di 150 gr. che imita l'esecuzione del lancio del giavellotto, disciplina in cui Davide si cimenterà dal prossimo anno, ha vinto il campionato regionale individuale con la misura di mt. 55,23.

Ecco, questi sono i migliori esempi che il nostro territorio, così dibattuto su tematiche industriali, occupazionali e sociali, dovrebbe valorizzare per trarre i migliori spunti possibili al fine di crescere anche sportivamente. E, ci piace anche citare l’associazione dilettantistica Folgore di Brindisi che, fondata nel 1946, segue con passione e devozione questi nostri piccoli-grandi atleti. Bravissimo Davide, la nostra testata, così diffusa tra i giovani, saprà e vorrà valorizzare il tuo impegno in questa tua bellissima attività agonistica. (Giorgio Esposito)

 

 

 

L’I.T.C. “Marconi” di Brindisi dedica un concorso allo scienziato


Tra i premiati spiccano studenti delle scuole medie brindisine

Nel dicembre 1909, a Stoccolma, Guglielmo Marconi viene insignito del premio NOBEL per la Fisica. Guglielmo Marconi, l’insigne fisico italiano a cui è dedicato il primo Istituto Tecnico Commerciale della Provincia di Brindisi, sito in Via Cortine, è considerato lo scienziato che più di ogni altro ha creato le basi del mondo moderno. La sua prima invenzione, il telegrafo senza fili, è stata l’antesignana di una rivoluzione che ha portato l’uomo a comunicare nello spazio con le parole prima, ed anche con le immagini poi, e a sviluppare una miriade di diverse tecnologie, quali la radiotelediffusione, la comunicazione cellulare, la trasmissione digitale di dati, che hanno permesso all’umanità intera di poter effettuare passi da giganti nel panorama di ogni scibile umano. Per ricordare tale importante figura, l’I.T.C.S. “G. Marconi” di Brindisi ha proposto un concorso per l’assegnazione di borse di studio ed altri premi riservato agli studenti delle Scuole Secondarie di 1° grado della Provincia di Brindisi. La partecipazione al concorso ha rappresentato un’opportunità in termini di formazione ed informazione degli alunni che si vogliono avvicinare alla figura di questo grande italiano.

I risultati del concorso sono stati resi noti, alla comunità didattica e studentesca intervenuta all’evento, durante la cerimonia di presentazione dei vincitori. Tra essi figurano: Marta Perrone e Carmen De Tommaso, della scuola media “Giulio Cesare-Marzabotto” che si sono divise la terza posizione - Federica Moro e Marianna Ballarini “Salvemini-Virgilio” di Brindisi che hanno conseguito, rispettivamente, il secondo e il primo posto nel prestigioso concorso. Le parole espresse dal Dirigente Rosanna Maci e dal Provveditore Francesco Capobianco sono state di elogio per tutti i partecipanti che hanno ben compreso l’importanza della valorizzazione di queste figure così emblematiche per il nostro paese.

In particolare, il vivo apprezzamento del ns. giornale viene rivolto, soprattutto, a Federica Moro che, non nuova ai tanti meriti acquisiti in tutti i concorsi a cui ha partecipato, ha fornito ancora una volta prova di eccellente preparazione che si evince, anche, dalla motivazione del premio “per l’immediatezza e l’efficacia dell’impatto visivo della sua presentazione in Power Point illustrante la vita di Guglielmo Marconi”.

Ecco, ribadiamo noi, questi sono i migliori esempi che possiamo vantare per idealizzare i giovani, futuro e speranza per tutti noi. (Giorgio Esposito)




La giuria

Federica Moro e Marianna Ballarini

Carmen De Tommaso

Marta Perrone

 




 

Scuola Caduti di Marzabotto-Giulio Cesare: uscito il sesto numero dell’ Armilla

Appena “sfornato” l’annuale giornalino della scuola

Anche quest’anno (come ormai avviene da sei anni) il gruppo giornalistico formato dai piccoli studenti dello stesso istituto ha visto i propri articoli raccolti e pubblicati nel l’ARMILLA, l’ormai famoso e molto conosciuto in città, giornalino della scuola secondaria di primo grado “CADUTI DI MARZABOTTO-GIULIO CESARE” di Brindisi. Il giornalino (appunto il n.6) in questa edizione conta ventiquattro redattori, tutti studenti, guidati in questa esperienza dalle docenti Maria Teresa Finizzi e Gabriela Rodi. Inoltre ha avuto la collaborazione delle insegnanti e dei piccoli studenti delle scuole elementari brindisine del III Circolo “Cappuccini”, del IV Circolo “Collodi” e del V Circolo “Plesso Bozzano” e “Plesso Crudomonte”.
Anche quest’anno, l’Armilla si è presentato ricco di notizie, di foto, di immagini da cui emergono la creatività e il promettente spirito giornalistico dei piccoli collaboratori. Nella prima pagina vi è l’intervento del dirigente scolastico DOMENICO CASALE che ricorda che quest’anno la scuola da lui diretta compie 50 anni. Essa, infatti è stata costruita nel 1959 nascendo dapprima con il nome di “SCUOLA MEDIA STATALE N.2” Il mezzo secolo dell’istituto verrà al più presto celebrato con varie manifestazioni.
All’interno il giornalino si occupa di notizie inerenti la stessa scuola ed i suoi alunni, come la composizione del Consiglio d’Istituto 2009/2010 e l’assegnazione del premio “Parole in Corsa”, edizione 2009 (Concorso letterario bandito dall’STP in collaborazione con l’associazione nazionale ASSTRA) alla studentessa Sara D’Adamo.
Poi c’è la sezione “ESTERI” con, ad esempio, un articolo (fra gli altri), sull’ONU di Brindisi che quest’anno ha festeggiato i suoi 15 anni nella nostra città.
Quindi “AMBIENTE”, “COSTUME E SOCIETA’ “, “CULTURA E SPETTACOLO” e “SPORT”.
Bella ed interessante anche la parte del giornalino riservata ai giovanissimi collaboratori delle scuole elementari: poesie, filastrocche e persino un cruciverba: “IL CRUCIVERBA DI LAPO E FEDERICO”. Simpatica la favoletta ideata dalla piccola Simona Zuppetta del plesso “Bozzano” intitolata “UN’INSEGNANTE SBADATA” e tenera e ricca di sentimento la poesia “IL MONDO CHE VORREI” del piccolo Andrea Fiusco del IV Circolo “Collodi” di Brindisi.
Insomma , tutti bravi questi piccoli giornalisti e da ammirare e lodare il loro impegno e la cura che hanno messo anche nel più piccolo articolo.
La scuola media, così egregiamente diretta dal professor Domenico Casale e che vanta negli anni iniziative e manifestazioni di tutto rispetto, anche quest’anno con la nuova uscita del giornalino, ormai suo “fiore all’occhiello”, non ha veramente deluso le aspettative di nessuno!
(Federica Pignataro)






PREMIAZIONE “GIORNALISTI NELL’ERBA”.

23 maggio 2009: diario di un giorno indimenticabile!

Claudia Fusani, giornalista dell’UNITA’, durante la cerimonia del concorso “GIORNALISTI NELL’ERBA”, edizione 2009, tenutasi a Monte Porzio Catone (ROMA), nell’Hotel Villa Vecchia, sabato 23 maggio, ha commentato: “MI PIACE IL FATTO CHE IN QUESTO CONCORSO ABBIA PARTECIPATO TANTO SUD, SUD TROPPO SPESSO ISOLATO E CHE OGGI INVECE FA SENTIRE LA SUA VOCE TRAMITE QUESTI RAGAZZI…”…ed è vero, in quel concorso c’era proprio tanto “SUD”,: BRINDISI, LECCE, MATERA, SIRACUSA, PALERMO…tanti ragazzi delle regioni meridionali, tutti in gamba, tutti bravi e meritevoli di plauso e che hanno risposto a questo concorso con originalità, inventiva, entusiasmo. Tra le tante città del sud, Brindisi, che ha visto protagonisti i miei compagni di III L arrivati secondi nella Sezione “vignette” con una storia a fumetti intera di 14 pagine, la mia compagna di classe, Alice De Pascalis, che ha avuto una menzione speciale dalla giuria e che nella sua vignetta illustrava una bambina rivolta verso il sole e che esclama”E’ BELLO SAPERE CHE CI SARAI SEMPRE!!!”. Alice è stata apprezzata per il “tratto grafico pulito e sicuro”, e poi…c’ero io, seconda nella sezione “POESIE E RACCONTI”, con il mio racconto “BASTAVA SOFFIARE IN UN PALLONCINO”, storia che la giuria ha premiato “per l’originalità e la limpidezza del linguaggio, in un racconto scorrevole e intrigante di un bambino genio per caso in un mondo buio, nullo, fermo”. Prima di me, un’intera classe di III media premiata per una raccolta di poesie. E’ stata, per me, un’esperienza bellissima ed entusiasmante che, per un giorno, mi ha reso protagonista tra i tanti importanti giornalisti presenti. Ho avuto modo di conoscere alcuni di loro, di ricevere i consigli per il mio futuro da Gaetano Savatteri (TG5), che ha definito il mestiere del giornalista “bellissimo e terribile”, e che non ha mancato di farmi gli auguri anche per la mia imminente Cresima e di Claudia Fusani (L’UNITA’), la quale ha scritto una dedica sul mio libro del concorso: “ A Federica, perché continui a scrivere…”; è una dedica semplice, ma per me ricca di significato, perché quest’augurio lo prendo come auspicio per il mio futuro…Però, ora rimango con i piedi per terra,…tra pochi giorni avrò gli esami di terza media: il mio futuro inizia da lì…La targa che ho ricevuto, al momento, rimarrà il ricordo di un giorno difficile da dimenticare!!! (Federica Pignataro)


La premiazione

Gaetano Savatteri - TG5

Claudia Fusani - l'Unità


Quando 100 giorni orsono, ho conosciuta Federica Pignataro professionalmente, per intraprendere insieme l'avventura "Bozzano news", mi era subito apparsa dotata di grande iniziativa ma, raggiungere in poco tempo livelli di produttività come quelli che ha dedicato al nostro giornale mi la lasciato stupefatto. In pochissimo, infatti, ha appreso alcune necessarie metodiche "giornalistiche" che hanno contribuito, in maniera assoluta, al raggiungimento delle 15.000 pagine visitate in appena 90 giorni di pubblicazione on-line del nostro magazine di quartiere e non solo. Per l'occasione, voglio dedicargli, facendole mie, le parole che ha pronunciato Paolo Fallai del Corriere della Sera: "Fare i giornalisti significa non accontentarsi di guardare la realtà. Bisogna sforzarsi di capirne i colori, i sapori, le sfumature per cercare, con umiltà, di raccontarla. E avere gli occhi limpidi per non avere pregiudizi. Quindi, coraggio, i giornalisti migliori sono quelli che cercano tutta la vita di conservare lo sguardo che avevano da bambini." In gamba Federica, grazie per la tua geniale e sempre apprezzata collaborazione. (Giorgio Esposito - media & comunicazione)





CONCORSO “GIORNALISTI IN ERBA”: ANCHE RAGAZZI BRINDISINI PREMIATI A ROMA!

Il concorso a livello nazionale premierà alcuni studenti della nostra città

Si svolgerà sabato 23 maggio a Roma, la cerimonia di premiazione del concorso giornalistico “GIORNALISTI IN ERBA” che, quest’anno (alla sua terza edizione) si rivolgeva agli studenti italiani di età compresa tra i 5 e i 18 anni. Tema di quest’anno era “RINNOVABILISSIMO”, cioè l’energia alternativa volta a “salvare l’ambiente”. Prestigiosa la giuria che ha analizzato e valutato gli elaborati dei 1480 partecipanti, con scritti, racconti, disegni, articoli e vignette, giunti nella capitale da ogni parte d’Italia. Fra i giurati nomi come Gaetano Savatteri (inviato TG5), Natalia Augias (RAI), Claudia Fusani (L’UNITA’), Giampiero Gramaglia (direttore ANSA), Massimo Martinelli (Il MESSAGGERO), Mario Tozzi (Conduttore programmi RAI ambiente), ed altri autorevoli nomi dei media nazionali, facilmente consultabili sul sito del concorso “www.giornalistinellerba.org”. Tra i tanti partecipanti, significativa la presenza di ragazzi di Brindisi, alcuni dei quali, sono riusciti ad aggiudicarsi una prestigiosa collocazione: l’intera classe III L della scuola media “Giulio Cesare-Marzabotto, si è aggiudicata il secondo posto nella sezione “Vignette”, mentre Alice De Pascalis, sempre per la stessa categoria, è stata apprezzata per il suo singolo lavoro e quindi riceverà una menzione speciale dalla giuria; al secondo posto nella sezione “Poesie-Racconti”, si è classificata Federica Pignataro, redattrice responsabile di “BOZZANO NEWS” e che quindi, giorno 23 sarà a Roma a ritirare il premio; da citare, che durante lo svolgimento della cerimonia, il suo lavoro sarà proiettato in video innanzi a tutti gli organi di stampa presenti per l’occasione, così come le è stato anticipatamente comunicato dalla segreteria del Concorso. Nella stessa occasione, quindi, avrà l’opportunità di conoscere personalmente i “prestigiosi” giornalisti che hanno valutato il suo lavoro. A breve, dunque, un resoconto dell’entusiasmante esperienza che si vivrà il prossimo sabato 23 maggio. (Federica Pignataro)





BRINDISI (ITALIA) - KUMANOVO (MACEDONIA): SCAMBIO INTERCULTURALE
FRA STUDENTI - OSPITI NEI PROSSIMI GIORNI NELLA NOSTRA CITTA’.

Dal 27 al 30 aprile 2009, studenti macedoni saranno a Brindisi, ospiti di alcune famiglie.


Il prossimo lunedì, 27 aprile, alcuni studenti provenienti da Kumanovo, Macedonia, saranno nella nostra città per uno scambio interculturale con alcuni studenti della Marzabotto-Giulio Cesare, le cui famiglie offriranno, nei giorni di permanenza, anche ospitalità nelle proprie case. Lunedì saranno accolti nell’aula magna della scuola media brindisina dal provveditore agli Studi di Brindisi, dott. Francesco Capobianco che darà loro il “benvenuto”. Quindi, ci saranno canti e musiche a loro dedicati, compreso l'inno nazionale macedone su cui, il coro polifonico strumentale della scuola (di cui fanno parte anche le collaboratrici di “Bozzano news” Federica Pignataro e Irene Martucci), ha provveduto a istruirsi con l’aiuto dei professori di musica Pezzuto, Rini e Sempliciano. Il 28 aprile, agli studenti macedoni sarà data l’opportunità di visitare il museo provinciale “RIBEZZO” e riceveranno il saluto del presidente dott. Michele Errico, presso l’aula magna della provincia. Quindi, nel giorno seguente effettueranno una visita guidata nel nostro territorio, in particolare a Torre Guaceto, Alberobello e Ostuni. Avranno così l’occasione di ammirare le bellezze della nostra Brindisi e provincia. Giovedì 30 aprile, saranno condotti a visitare il palazzo “GRANAFEI-NERVEGNA” e riceveranno il saluto del nostro sindaco Domenico Mennitti. Avranno poi modo di visitare il centro storico e saranno condotti a fare “shopping” nel centro commerciale “LE COLONNE”. Nello stesso pomeriggio ripartiranno per la loro patria. Lodevole questa iniziativa di “intercultura” fra studenti resa possibile grazie alla collaborazione della dottoressa Fernanda Prete e all’interessamento del preside della scuola media brindisina, Domenico Casale, dei professori M.G. Loparco, A. Tironi, G. Todisco, ma anche grazie alla disponibilità delle famiglie ospitanti gli studenti stranieri. Tutti cercheranno di far sentire a questi ragazzi il calore dell’accoglienza che contraddistingue i cittadini brindisini e italiani in generale, facendo in modo che essi possano tornare nella loro terra con il ricordo di una bella esperienza da raccontare ai loro connazionali. (Federica Pignataro)






 

VISITE PROFESSIONALI A ROMA, PER IL “TEAM GIORNALISTICO” DELL’ARMILLA

Le due giornate da “inviati speciali” raccontate dalla nostra responsabile di redazione.

Un gruppo di trenta studenti, quali componenti la redazione de "L'ARMILLA”, il giornale che annualmente viene pubblicato dalla scuola “GIULIO CESARE-MARZABOTTO” di Brindisi, hanno compiuto, nei giorni 26 e 27 marzo, una visita professionale alle redazioni de “Il Sole 24 Ore” e “RAI Tre” di Roma. Nello specifico, gli studenti sono tutti impegnati in un corso di giornalismo organizzato dalla stessa scuola di appartenenza e che gli consente, appunto, di partecipare alla formazione del giornale scolastico attraverso propri articoli, foto etc. Nella sede RAI di Saxa Rubra, oltre a partecipare al “GT Ragazzi”, un telegiornale speciale creato proprio per catturare l’attenzione del pubblico televisivo più giovane, i partecipanti hanno avuto la possibilità di visitare i vari studi RAI tra cui, anche quello da cui va in onda il TG1. Dal “vivo” la RAI appare come un mondo vario e caotico in cui tutti “corrono”, per far sì che tutto funzioni alla perfezione e, di questo, gli studenti ne sono rimasti veramente colpiti. Unico neo: la “mensa RAI”, ma il loro è un modo per sottolineare quanto, in altre zone d’Italia, manchi la buona cucina pugliese. Comunque, il personale RAI si è dimostrato ospitale e aperto a tutti gli interrogativi che i giovani studenti hanno proposto. Sorridono nel pensare, poi, che un giornalista del “Il Sole 24 Ore”, dopo aver descritto il suo lavoro, mostrato come si svolgono i collegamenti mediatici “Roma-Milano” e come si crea un articolo sul computer, alla fine ha concluso con uno “spassionato” consiglio: “Non fate mai i giornalisti”, come a voler sottolineare che esso è un mondo interessante sì, ma pieno di ostacoli e sacrifici. Comunque, alla fine, l’esperienza ha soddisfatto in pieno la voglia di conoscere, constatando, allo stesso tempo, le grandi le difficoltà che il mondo giornalistico affronta, quotidianamente, per pubblicare un giornale o mandare in onda più servizi televisivi al giorno. (Federica Pignataro)


Foto di gruppo per la nostra responsabile di redazione Federica Pignataro
e le collaboratrici di "Bozzano news" Monica Di Rienzo e Sara Bonavota






 

CON IL CORSO GIORNALISMO DELLA NOSTRA SCUOLA, OSPITI DELLA RAI

Il 26 e il 27 marzo saremo a Roma per una nuova esperienza di “giornalisti in erba”.

La prossima settimana, insieme ai compagni del corso di giornalismo della nostra scuola “Giulio Cesare-Marzabotto” (tra cui anche la nostre collaboratrici Monica Di Rienzo e Sara Bonavota) e accompagnate dalle insegnanti Gabriella Rodi e Maria Teresa Finizzi - anche quest’ultima “bozzanina” - saremo a Roma. Nel primo pomeriggio di giovedì, andremo a visitare la redazione de “Il sole 24 ore”, dove avremo la possibilità di osservare e renderci conto di come funziona una così importante testata giornalistica. Il giorno dopo, saremo ospiti della RAI a “Saxa Rubra” e, visitando gli studi di RAI 3, assisteremo al “GT Ragazzi” presentato da Francesca Sancin”, che va in onda tutti i giorni sulla terza rete alle ore 16.00. Sicuramente sarà un esperienza entusiasmante che arricchirà le nostre “aspirazioni giornalistiche”, già stimolate dalla nostra precedente visita alla redazione della “Gazzetta del Mezzogiorno” con il nostro gruppo di “Bozzano news”. Ognuna di queste esperienze ci fa comprendere quanto interessante sia questo mondo fatto di carta stampata, notizie, scoop e contatti con un variegato mondo di persone. A presto il resoconto di questa “nuova avventura”. (Federica Pignataro)